Soggiorni Sofia con Escursioni Private

VIENI A SCOPRIRE I TESORI DELLA BULGARIA

Sofia si trova in posizione strategica rispetto ai principali siti di interesse del Paese ,e grazie ad i nostri esclusivi tour privati ,soggiornando comodamente a Sofia nello stesso hotel , avrete l’opportunità di conoscere scoprire l ‘enorme patrimonio artistico ,storico e culturale della Bulgaria .
Essendo tour privati avrete a vostra completa autista e guida in italiano solo per voi , in modo da poter gestire , in base ai vostri tempi e gusti le escursioni

Punti di Forza del Tour


Guida in italiano solo per voi

Autista privato solo per voi

Sofia , la terza città più antica d’Europa

I patrimoni Unesco : Monastero di Rila e Chiesa di Boiana

Plovdiv Capitale Cultura 2019

La Pittoresca Koprivshitsa e Panagyurishte con il tesoro  dei Re Traci

Melnik e le priamidi di Sabbia

Programma Viaggio

Giorno 1 :Arrivo  Visita di Sofia citta’

Dopo accettazione in hotel , incontro con la guida e  visita della capitale bulgara , una città con una storia di 8500 anni chiamata " La mia Roma" dall'Imperatore Costantino il Grande . Siti di grande  interesse danno  prestigio alla capitale Bulgara: si visiteranno il forum di Serdica antica (l'antico nome della città), con le più recenti scoperte archeologiche di epoca romana che sono esposte  accanto al palazzo della presidenza bulgara.,St. Nedelya square, dove si trovano quattro templi di diverse religioni  che formano un quadrilatero: la chiesa cattolica, la chiesa ortodossa, la sinagoga e la moschea che simboleggiano la pace tra le diverse religioni in Bulgaria, la piazza Alessandro I in cui si trovano il Palazzo Reale e il Teatro  Nazionale, "Tzar Osvoboditel" boulevard, il Parlamento, la Chiesa di "San Sofia "(il nome significa saggezza), da cui deriva il nome della città, l'Università di Sofia e la" Alexander "cattedrale Nevski (il più grande tempio ortodosso della penisola balcanica)

Giorno 2: il Monastero di Rila e la Chiesa di Boiana

Dopo colazione partenza per il Monastero di Rila . Questo monastero, fondato nel X secolo da San Giovanni di Rila, è decisamente il luogo spirituale di maggiore importanza per il popolo bulgaro, simbolo e rifugio durante i periodi più bui della storia di questo popolo oggi meta di pellegrinaggio da tutta la nazione; ogni uomo o donna di Bulgaria deve recarsi qui almeno una volta nella vita ed è realmente palpabile la loro emozione nell'entrare in questo luogo. Il monastero è un vero gioiello, perfettamente conservato ed incastonato in una cornice di montagne che lo rendono ancora più affascinante e suggestivo; la visita include la chiesa interna al monastero ed il museo, dove meglio comprendere la sua lunga storia.  Il monastero di Rila è molto probabilmente la più alta espressione architettonica ed artistica di questo tipo di edifici in tutta la Bulgaria, inserito inoltre in un paesaggio veramente affascinante. In questa escursione si può vedere la splendida e ritenuta miracolosa Icona della Vergine Maria, la cucina del monastero, il suo museo che ne racconta la lunghissima ed eroica storia, la Torre di Hrelyu, la sua particolare architettura ed i suoi unici quanto bellissimi affreschi; inoltre si ha la possibilità di far spaziare lo sguardo da alcuni punti di vista privilegiati sul panorama circostante..Nel museo del Monastero potrete ammirare una ricca collezione di icone, dipinti su muri e libri antichi. Successivamente visiteremo la vicinissima e famosissima Chiesa di Boiana, simbolo del medioevo bulgaro, costruita nel 1259 e perfettamente conservata, oggi patrimonio mondiale UNESCO grazie ai suoi affreschi ritenuti i più importanti di questa epoca in tutta la penisola balcanica

Giorno 3 : L ‘Antica Plovdiv ed il Monastero di Backovo

Dopo colazione partenza per Plovidiv fondata nel IV secolo dal padre di Alessandro Magno - re Filippo II.La regione di Plovdiv è sicuramente una delle più importanti della nazione, questo grazie alla sua importanza economica, dovuta alla sua posizione strategica lungo le più importanti vie di commercio della zona e nella storia, ed all’enorme e significativo numero di resti storici e di tracce culturali lasciate dei vari popoli che qui si sono susseguiti. Luciano il greco definì Plovdiv "la più grande e bella città" in Tracia, attualmente si potrebbe dire in Bulgaria, quanto meno per la bellezza. In realtà è oggi la seconda in ordine di grandezza e conserva un patrimonio storico e culturale di primaria importanza; qui vissero e si combatterono Traci, Macedoni, Greci, Romani, Bizantini e Ottomani, per arrivare all’epoca del rinascimento bulgaro, la quale anch’essa ha lasciato molti ed evidenti segni. Ma la città non si limita alla storia: molti sono gli avvenimenti culturali ed i festival d’arte che qui si tengono, molti i locali ed i ristoranti dove trascorrere piacevolissime serate! Siamo sicuri che di Plovdiv vi innamorerete... Plovdiv, che un tempo si chiamava Philipopolis, è una delle città più antiche d’Europa; i popoli che la abitarono sono molti: i Traci, i Romani, i Goti, gli Slavi e gli Ottomani. Le tracce lasciate da ognuno di questi popoli ha reso Plovidv un vero e proprio museo a cielo aperto! Si trovano quindi esempi di edifici che ripercorrono quasi l’intera storia d’Europa e passeggiare tra le rovine ed i monumenti è un vero e proprio viaggio nel tempo
Nel pomeriggio trasferimento  al Monastero di Bachkovo. Fondato nel 11-esimo secolo da due fratelli georgiani, questo è il secondo più grande monastero bulgaro dopo il monastero di Rila. Ci sono preziosi affreschi di soggetto biblici  dal 16-esimo secolo nel monastero... L'edificio più antico conservatosi fino ad oggi è l'ossario a due piani. Il primo piano è destinato alla tumulazione, mentre il secondo è adibito a chiesa con una navata. Nell'ossario sono custodite le immagini dei fratelli Bakurian e dei re bulgaro Ivan Alexander, protettore del convento nel secolo XIV.Sul luogo dove era , stata eretta dai fratelli fondatori la prima chiesa del monastero, nel XVII sec. venne costruita la chiesa conventuale centrale di Santa Maria. In essa è custodita un'icona ornata d'argento risalenti all'anno 1311. L'Icona della Vergine Maria, patrona del monastero, è considerata miracolosaIl piano inferiore della chiesa dei Santi Arcangeli Michele e Gabriele e la chiesa di San Nicola sono dipinti dal noto pittore bulgaro dei XIX sec. Zahari Zograph. Di particolare interesse è la composizione "Il giudizio universale"

Giorno 4: Melink ed il monastero di Rozhen

Colazione e partenza per Melnik luogo unico ed indimenticabile , conosciuta come  la città delle piramidi di sabbia e’ anche  il più piccola città in Bulgaria (una volta vivevano circa 18 000 persone, e al giorno d'oggi non ci sono più di 700-600 abitanti), ricca di  originali case medievali, insieme con le rovine di una fortezza  conservate qui.  Visita alla casa  Kordopulova - la casa più grande dal momento della rinascita nazionale bulgara :dispone di propria cantina, scavata nella roccia, sabbia, dove si potrà gustare un bicchiere di vino, una specialità della zona.  La città è famosa per le sue cantine che producono il miglior vino rosso del paese. La natura intorno è pittoresca e si possono vedere le più grandi piramidi rocciose in Bulgaria. Il  Monastero di Rozhen risalente al  13 secolo si trova ad est di Melnik. L'iconostasi, le sculture in legno e l'icona miracolosa della Vergine Maria nella chiesa del monastero sono veri e propri capolavori. Rientro in hotel e pernottamento

Giorno 5 : Koprivshitsa e Panagyurishte

Dopo colazione partenza per Koprivshtitsa , un piccolo paese situato in una pittoresca valle tra le montagne nella parte centrale della Bulgaria. Città con un  spirito particolare , ora trasformato in un museo dove si può sentire l'atmosfera unica del periodo di rinascenza in Bulgaria. Stupende e originali case  del 19 ° secolo, dimore di alcuni dei bulgari più eminenti scrittori - il Dimcho Debelyanov e Luben Karavelov, i ribelli contro i turchi - Georgi Benkovski e Todor Kableshkov. Valori etnografici in circolazione possono essere visti insieme a significativi monumenti storici: architettura specifica, mobili originali, armi antiche, costumi nazionali, artigianato tradizionale, gioielli preziosi19 ° c. Il piccolo paese di montagna ha giocato un ruolo significativo nella crescita nazionale del popolo bulgaro sotto il dominio ottomano e qui nel 1876 la rivolta di aprile contro i Turchi scoppiò. I cittadini ricchi in quel momento sono stati coinvolti nell’  artigianato nel  commercio  e per costruire belle case dalle facciate colorate, nascoste dietro alte mura di pietra e le porte in legno pesanti.
Trasferimento a  Panagyurishte per ammirare il suo Tesoro :è un corredo tracio rinvenuto dai tre fratelli bulgari Pavel, Petko e Michail Deikovs l'8 dicembre 1949, nei pressi della cittadina di Panagjurište, nella Bulgaria nord-occidentale[1].
Il tesoro consiste di sette rhyta, un'anfora ed una phiale tutti in oro a 23 carati, per un totale di 6,164 kg. Probabilmente vennero eseguiti da artisti traci nei pressi di Lampsaco, dal momento che sulla phiale c'è una misura usata in quella città, e risalirebbero al IV-III secolo a.C .Vista la fattura, probabilmente appartennero ad un re odrisio, forse a Seute III.
Il tesoro è uno dei massimi esempi di oreficeria tracia e probabilmente venne sepolto all'arrivo dei Celti, nei primi decenni del III secolo a.C. La lavorazione è una combinazione di stile greco e tracio, e fu molto probabilmente una commissione, in quanto i Greci non facevano uso di rhyta con simili caratteristiche, bensì i Trac
Tutti gli oggetti sono riccamente e sapientemente decorati con scene mitologiche degli antichi traci, i costumi e la vita. È datata dal 4-3 ° secolo aC, e si pensa che si utilizzassero  come set  per  cerimoniale reale da parte del re della Tracia Seute III. Come uno dei più noti manufatti superstiti della cultura tracia, il tesoro è stato visualizzato in vari musei di tutto il mondo , recentemente e’ stato esposto al Louvre.

Giorno 6: Dopo colazione partenza per l’ Italia

LASCIATI AFFASCINARE DALLA BULGARIA

 

Bookmark and Share



Copyright ę 2009 - Tutti i diritti riservati