Antichi Mestieri , Natura e Storia

Un viaggio attraverso gli antichi mestieri , le tradizioni e la cucina e natura  della Bulgaria pur non tralasciando la storia antichissima della Terra dei Re Traci
Si visiteranno i più importanti nella: dai Patrimoni Unesco come il Monastero di Rila, la chiesa di Boiana o le tombe trace di Kazanlak, a Plovdiv capitale cultura 2019 , Veliko Turnvo , seconda capitale regno Bulgaro e si vivranno le  tradizioni la scuola di cucina  e l’ incontro con  le Dobarski Babi , la fabbrica di tappeti a Kostandovo ed il trenino attraverso i monti Rodopi tutti simboli della Bulgaria in un paesaggio da cartolina

  Punti Forti del Tour

 Raccolta petali rosa nei campi
 Etara museo Etnografico all’aria aperta
 Trenino monti Rodopi
 Incontro Dobarski Babi
 Scuola di cucina : alla scoperta dello yogurt
 Cena tipica in casa antica con degustazione
 Monastero Rila Patrimonio Unesco
 Kazanklak Patrimonio Unesco
 Chiesa Boiana Patrimonio Unesco
 Plovdiv Capitale Cultura 2019




PROGRAMMA VIAGGIO

Giorno 1 ARRIVO

Arrivo , transfer  e sistemazione in Hotel e pernottamento

Giorno 2 SOFIA- CHIESA BOIANA E MUSEO NAZIONALE STORIA

Dopo colazione visita si Sofia ,  una città con una storia di 8500 anni chiamata " La mia Roma" dall'Imperatore Costantino il Grande partendo da siti storici a partire da Piazza San Nedelya dove si trovano La Chiesa ortodossa di S. Nedelya, la Moschea e la Sinagoga che formano il “ Triangolo della Tolleranza “ a simboleggiare la pace tra le diverse religioni in Bulgaria , la piazza Alessandro I in cui si trovano il Palazzo Reale e il Teatro Nazionale, "Tzar Osvoboditel" boulevard, il Parlamento, la Chiesa di "San Sofia "(il nome significa saggezza), da cui deriva il nome della città, l'Università di Sofia e la cattedrale Alexander Nevski (il più grande tempio ortodosso della penisola balcanica) .Successivamente visiteremo la vicinissima e famosissima Chiesa di Boiana, simbolo del medioevo bulgaro, costruita nel 1259 e perfettamente conservata, oggi patrimonio mondiale UNESCO grazie ai suoi affreschi ritenuti i più importanti di questa epoca in tutta la penisola balcanica .Deve la sua fama alla presenza di diversi strati di affreschi sovrapposti. Tra i dipinti presenti sui muri della Chiesa è possibile distinguere le figure di Gesù Cristo e della Madonna, zar e zarine bulgari, santi. I pittori sconosciuti sono chiamati con il termine generale maestri di Boyana, anche se gli affreschi sono opera di autori diversi e risalgono a diversi periodi della storia bulgara.
Trasferimento al Museo di Storia Nazionale che raccoglie 650,000 oggetti che aiutano a ripercorrere la lunghissima storia di questa terra, dalla Preistoria fino al periodo del Rinascimento Bulgaro; il museo è stato recentemente spostato nella bellissima residenza dei presidenti di Bulgaria ai piedi del monte Vitosha. Rientro in Hotel , cena  e pernottamento

Giorno 3  SOFIA –VELIKO TURNOVO –ARBANASSI – SCUOLA CUCINA –VELIKO TURNOVO

Dopo colazione partenza per il  villaggio di Arbanassi. Il paese è famoso per le sue antiche, chiese riccamente decorate e la magnifica architettura. E’ stata la residenza estiva dei re bulgari
Qui assisterete alla preparazione dei due pasti più importanti della cucina bulgara - banitsa e yogurt. Il primo (banitsa) è un tipo di pasta filo, un alimento tradizionale, che è un simbolo della cucina bulgara e delle sue tradizioni. Il secondo - lo yogurt, è ampiamente utilizzato dai locali nella cucina quotidiana, ed il bacillo si produce in Bulgaria. Alcune persone, anche nelle città più grandi, ancora fare a casa da soli
Seguirà pranzo con prodotti tipici . Dopo pranzo visita a  Veliko Turnovo capitale del secondo regno bulgaro con la storica collina di Tsarevets e la sua fortezza, la chiesa Patriarcale, il Palazzo Reale e la torre dell'imperatore Bolduin. E’ una delle più antiche città della Bulgaria , considerato che i primi segni lasciati dall’uomo in queste terre risalgono a 3000 anni a.C. Giro panoramico della città, passeggiate lungo la antica via dei commerci - "Samovodska charshia". Visita al nuovissimo museo delle cere
Sistemazione in  Hotel  cena e  pernottamento

Giorno 4 VELIKO TURNOVO – ETARA –VALLE DELLE ROSE /KAZANLAK – PLOVDIV

Dopo colazione partenza per Etara originale museo all’aria aperta che ricrea il modo di vivere del popolo bulgaro nel IXX secolo. Si tratta di una delle più visitate attrazioni turistiche del paese. Si trovano ovunque artigiani mentre lavorano oro, argento, rame, cuoio e articoli di legno tra le strade contornate da case dall ‘architettura unica
Il complesso è stato inaugurato il 7 settembre 1964 e proclamato un parco nazionale nel 1967, così come un monumento della cultura nel 1971
Lungo la strada che si percorre per arrivare a Kazanlak si passa per il picco di Shipka, dove si trova il monumento ai liberatori della Bulgaria eretto nel IXX secolo; da qui si può godere di un panorama veramente unico, la cui vista dalla cima (1100 metri slm) spazia dal nord al sud della Bulgaria. Da questo privilegiato punto d’osservazione si potranno apprendere maggiori informazioni e comprendere di più circa le cruciali battaglie che cambiarono il corso della guerra tra Turchi e Russi nel 1877-78. Nel villaggio di Shipka si potrà inoltre visitare la chiesa Russa, dove tutt’oggi si tengono concerti di musica sacra. Sulla strada per Kazanlak , nel villaggio di Shipka si visiterà la Chiesa della Memoria ,costruita in onore dei soldati russi , ucraini e bulgari che sono morti per la liberazione della Bulgaria dalla schiavitù ottomana .Il campanile della chiesa raggiunge un'altezza di 53 metri e la campana più pesante pesa 12 tonnellate..In Kazanlak si visiterà il Museo Storico , che ospita la collezione di bronzo e tesori in oro, come pure la replica di Tracia Kazanlak Tomba, risalente al 4 ° dc. E 'elencato nel mondo patrimonio naturale e storico dell'UNESCO
Trasferimento al villaggio di Skobelevo  dove visiteremo il complesso  Etnografico " di Damasco " , che funziona ancora a conduzione familiare come  distilleria di olio di rosa  da più di 20 anni . I padroni di casa mostreranno come si produce il famoso olio di rosa bulgara
 Il profumo di rosa dona euforia, felicità all’olfatto e influisce positivamente sugli stati ormonali come afrodisiaco naturale. Inoltre, le sostanze contenute nei petali aprono e rafforzano il cuore, rilassano l`anima, attivano la disposizione per tenerezza e amore, danno gioia e favoriscono l’autostima.
La leggenda racconta che nei secoli scorsi le donne bulgare ogni venerdì (il giorno di Venere, la dea della bellezza) consumavano solo prodotti a base di rosa per dedicarsi consapevolmente alla propria bellezza in modo naturale!

Giorno 5 PLOVIDIV – BACHKOVO -PLOVDIV

Dopo colazione visita della città Luciano il greco definì Plovdiv "la più grande e bella città" in Tracia, attualmente si potrebbe dire in Bulgaria, quanto meno per la bellezza e nominata Capitale Cultura 2019 insieme a Matera .In realtà è oggi la seconda in ordine di grandezza e conserva un patrimonio storico e culturale di primaria importanza; qui vissero e si combatterono Traci, Macedoni, Greci, Romani, Bizantini e Ottomani, per arrivare all’epoca del rinascimento bulgaro, la quale anch’essa ha lasciato molti ed evidenti segni Plovdiv, che un tempo si chiamava Philipopolis, è una delle città più antiche d’Europa; i popoli che la abitarono sono molti: i Traci, i Romani, i Goti, gli Slavi e gli Ottomani. Le tracce lasciate da ognuno di questi popoli ha reso Plovidv un vero e proprio museo a cielo aperto! Si trovano quindi esempi di edifici che ripercorrono quasi l’intera storia d’Europa e passeggiare tra le rovine ed i monumenti è un vero e proprio viaggio nel tempo  .Nel pomeriggio trasferimento  al Monastero di Bachkovo. Fondato nel 11-esimo secolo da due fratelli georgiani, questo è il secondo più grande monastero bulgaro dopo il monastero di Rila. Ci sono preziosi affreschi di soggetto biblici  dal 16-esimo secolo nel monastero. L'Icona della Vergine Maria, patrona del monastero, è considerata miracolosa .Il piano inferiore della chiesa dei Santi Arcangeli Michele e Gabriele e la chiesa di San Nicola sono dipinti dal noto pittore bulgaro dei XIX sec. Zahari Zograph. Gli affreschi di soggetti biblici sono eccellenti campioni dell'arte risorgimentale bulgara..Rientro in Hotel  cena e pernottamento

Giorno 6 PLOVDIV – KOSTANDOVO – trenino  BELITSA - AVRAMOVO – BANSKO

Dopo  colazione visita ad una fabbrica di tappeti di Kostandovo  dove si potranno fotografare le donne di una minoranza locale mentre lavorano a mano i tappeti giganti, fino a 100 metri quadrati   ed ha come clienti celebrità mondiali come la Regina Elisabetta II.Si salira’ poi suil  treno locale  che da Belitsa arriva ad Avramovo. Ci si confonderà con la popolazione locale: il treno infatti e’  spesso utilizzato dai boscaioli, agricoltori ,ecc per andare a lavorare  :viaggia su rotaie strettissime (70 cm)  e  ci permettera’ di ammirare lo spettacolo dei Monti Rodopi….luogo mitico in cui nacque la leggenda di Orfeo ed Euridice  . Arrivo a Bansko  sistemazione in hotel cena e pernottamento

Giorno 7 BANSKO- DOBARSKO – MONASTERO RILA- SOFIA

 Dopo Colazione partenza per il villaggio di  Dobarsko e la chiesa di San Teodor con le sue uniche pitture murali .Incontro con le Dobraski Babi, ovvero delle simpatiche vecchiette in costume tipico che canteranno a cappella canzoni della tradizione di cui ne sono una testimonianza autentica
Trasferimento al Monastero di Rila, PATRIMONIO UNESCO . Questo monastero, fondato nel X secolo da San Giovanni di Rila, è decisamente il luogo spirituale di maggiore importanza per il popolo bulgaro, simbolo e rifugio durante i periodi più bui della storia di questo popolo oggi meta di pellegrinaggio da tutta la nazione; ogni uomo o donna di Bulgaria deve recarsi qui almeno una volta nella vita ed è realmente palpabile la loro emozione nell'entrare in questo luogo. Il monastero è un vero gioiello, perfettamente conservato ed incastonato in una cornice di montagne che lo rendono ancora più affascinante e suggestivo; la visita include la chiesa interna al monastero ed il museo, dove meglio comprendere la sua lunga storia.  In questa escursione si può vedere la splendida e ritenuta miracolosa Icona della Vergine Maria, la cucina del monastero, il suo museo che ne racconta la lunghissima ed eroica storia, la Torre di Hrelyu, la sua particolare architettura ed i suoi unici quanto bellissimi affreschi; inoltre si ha la possibilità di far spaziare lo sguardo da alcuni punti di vista privilegiati sul panorama circostante
Rientro  a Sofia sistemazione in Hotel cena e pernottamento

Giorno 8 PARTENZA

Partenza Dopo colazione ,transfer e partenza per l’Italia e fine servizi

SCARICA IL PROGRAMMA DEL TOUR

Bookmark and Share



Copyright ę 2009 - Tutti i diritti riservati