I Colori dell 'Autunno tra tradizoni e architettura

I COLORI DELL ‘AUTUNNO

SAPORI TRADIZIONI &  ARCHITETTURA  5 giorni

Novità 2018/2019

Un breve viaggio alla scoperta delle antichissime storie e tradizioni immersi nelle tradizioni e sapori autentici  Monti Rodopi tra i colori dell ‘Autunno   tra i patrimoni Unesco di Rila & Boiana e le cittè come Plovdiv , Capitale Cultura 2019 e la sorprendente Sofia o la pittoresca architettura di Koprivshtitsa. Una notte si dormirà nelle case tipiche di Dolno Draglishe  per immergersi nell'autentica tradizione locale a partecipando attivamente ad una cena con le genti locali

Punti Forti del Tour

Tradizioni Autentiche
Scuola di Cucina
Pernottamento case Dolno Draglishe
Colori Autunno Monti Rodopi
Sapori in ristoranti tipici
Un pernottamendo
Monastero Rila Patrimonio Unesco
Chiesa Boiana Patrimonio Unesco
Plovdiv Capitale Cultura 2019
La Pittoresca Koprivshtitsa
La Sorprendente Sofia


PROGRAMMA VIAGGIO :

Giorno 1 : SOFIA

Arrivo e Sistemazione in Hotel . Visita di Sofia una città con una storia di 8500 anni chiamata " La mia Roma" dall'Imperatore Costantino il Grande partendo da siti storici a partire da Piazza San Nedelya dove si trovano La Chiesa ortodossa di S. Nedelya, la Moschea e la Sinagoga che formano il “ Triangolo della Tolleranza “ a simboleggiare la pace tra le diverse religioni in Bulgaria , la piazza Alessandro I in cui si trovano il Palazzo Reale e il Teatro Nazionale, "Tzar Osvoboditel" boulevard, il Parlamento, la Chiesa di "San Sofia "(il nome significa saggezza), da cui deriva il nome della città, l'Università di Sofia e la cattedrale Alexander Nevski (il più grande tempio ortodosso della penisola balcanica) .  Rientro in hotel cena e pernottamento

Giorno 2 : SOFIA – MONASTERO RILA – DOLNO DRAGLISHE

Dopo colazione partenza  per il Monastero di Rila, PATRIMONIO UNESCO . Questo monastero, fondato nel X secolo da San Giovanni di Rila, è decisamente il luogo spirituale di maggiore importanza per il popolo bulgaro, simbolo e rifugio durante i periodi più bui della storia di questo popolo oggi meta di pellegrinaggio da tutta la nazione; ogni uomo o donna di Bulgaria deve recarsi qui almeno una volta nella vita ed è realmente palpabile la loro emozione nell'entrare in questo luogo. Il monastero è un vero gioiello, perfettamente conservato ed incastonato in una cornice di montagne che lo rendono ancora più affascinante e suggestivo; la visita include la chiesa interna al monastero ed il museo, dove meglio comprendere la sua lunga storia.  In questa escursione si può vedere la splendida e ritenuta miracolosa Icona della Vergine Maria, la cucina del monastero, il suo museo che ne racconta la lunghissima ed eroica storia, la Torre di Hrelyu, la sua particolare architettura ed i suoi unici quanto bellissimi affreschi; inoltre si ha la possibilità di far spaziare lo sguardo da alcuni punti di vista privilegiati sul panorama circostante
Partenza per Bansko , la piu’ rinomata stazione sciisitca locale e sede di coppa del mondo di sci , immersa nello spettacolo naturale del monte Pirin. Visita della città vecchia  con una tipica casa  come quella del Maestro Velyan e la Chiesa della Santissima Trinità.
Partenza per il Villaggio  di Dolno Draglishe dove ci immergeremo in un atmosfera surreale incontrando le  Dolno Draglishte babi, delle simpatiche vecchiette in costume tipico   , testimonianza autentica delle tradizioni locali , vi coinvolgeranno con la loro autenticità e cucineranno con voi le prelibatezze locali preparando una gustosissima cena .  Pernottamento nelle loro tipiche case e pernottamento

Giorno 3 : DOLNO DRAGLISHE – PLOVDIV

Dopo una favolosa colazione preparata in casa per Plovdiv attraversando lo spettacolare paesaggio ed i colori che ci regalano i Monti Rodopi , luoghi leggendari in cui nacque il mito di Orfeo 
Visita della città Luciano il greco definì Plovdiv "la più grande e bella città" in Tracia, attualmente si potrebbe dire in Bulgaria, quanto meno per la bellezza e nominata Capitale Cultura 2019 insieme a Matera .In realtà è oggi la seconda in ordine di grandezza e conserva un patrimonio storico e culturale di primaria importanza; qui vissero e si combatterono Traci, Macedoni, Greci, Romani, Bizantini e Ottomani, per arrivare all’epoca del rinascimento bulgaro, la quale anch’essa ha lasciato molti ed evidenti segni Plovdiv, che un tempo si chiamava Philipopolis, è una delle città più antiche d’Europa; i popoli che la abitarono sono molti: i Traci, i Romani, i Goti, gli Slavi e gli Ottomani. Le tracce lasciate da ognuno di questi popoli ha reso Plovidv un vero e proprio museo a cielo aperto! Si trovano quindi esempi di edifici che ripercorrono quasi l’intera storia d’Europa e passeggiare tra le rovine ed i monumenti è un vero e proprio viaggio nel tempo  .
OPZIONALE La zona di Plovdiv e’ ricca di storie e tradizioni riguardo al vino : si dice che  I Traci  in questa zone siano stati i primi a trasformare l'uva in vino gia’ circa 5000 anni fa e sono considerati tra i migliori produttori di vino Erodoto ha descritto la Traci tribù guerriera locale con spirito indipendente , che ha intrapreso il difficile compito di essere custodi del santuario di Dioniso La cantina boutique ha una capacità di trattare 300 tonnellate di uve  proprie. Ha un invecchiamento del  vino in una cantina  sotterraneo e può contenere fino a 600 barili .Per garantire la qualità del vino ed del suo invecchiamento ogni anno vengono cambiate 1/3 delle botti in rovere  Sono utilizzare le piu’ moderne tecnologie per garantire sia la qualità che il controllo sul vino prodotto Come prova e il riconoscimento per l'eccellenza del vino il tecnologo di Villa Yustina - ha vinto il "Enologo del 2011" il premio dopo una votazione segreta tra enologi bulgari . Visita delle Cantine e degustazione 3 Vini
Sistemazione in Hotel, cena  e pernottamento

Giorno 4 PLOVDIV – KOPRIVSHTITSA – CHIESA BOIANA- SOFIA

Dopo colazione partenza per Koprivshtitsa , un piccolo paese situato in una pittoresca valle tra le montagne nella parte centrale della Bulgaria. Città con un  spirito particolare , ora trasformato in un museo dove si può sentire l'atmosfera unica del periodo di rinascenza in Bulgaria. Stupende e originali case  del 19 ° secolo, dimore di alcuni dei bulgari più eminenti scrittori - il Dimcho Debelyanov e Luben Karavelov, i ribelli contro i turchi - Georgi Benkovski e Todor Kableshkov. Valori etnografici in circolazione possono essere visti insieme a significativi monumenti storici: architettura specifica, mobili originali, armi antiche, costumi nazionali, artigianato tradizionale, gioielli preziosi19 ° c. Il piccolo paese di montagna ha giocato un ruolo significativo nella crescita nazionale del popolo bulgaro sotto il dominio ottomano e qui nel 1876 la rivolta di aprile contro i Turchi scoppiò. I cittadini ricchi in quel momento sono stati coinvolti nell’  artigianato nel  commercio  e per costruire belle case dalle facciate colorate, nascoste dietro alte mura di pietra e le porte in legno pesanti . Partenza per Sofia dove nella periferia visiteremo la  Chiesa di Boiana, simbolo del medioevo bulgaro, costruita nel 1259 e perfettamente conservata, oggi patrimonio mondiale UNESCO grazie ai suoi affreschi ritenuti i più importanti di questa epoca in tutta la penisola balcanica .Deve la sua fama alla presenza di diversi strati di affreschi sovrapposti. Tra i dipinti presenti sui muri della Chiesa è possibile distinguere le figure di Gesù Cristo e della Madonna, zar e zarine bulgari, santi. I pittori sconosciuti sono chiamati con il termine generale maestri di Boiana, anche se gli affreschi sono opera di autori diversi e risalgono a diversi periodi della storia bulgara.

Giorno 5 PARTENZA

Dopo colazione  trasferimento in aeroporto e partenza

Bookmark and Share


Copyright ę 2009 - Tutti i diritti riservati